Prime immagini con NIKON Z7 e MWL-1

Prime immagini con NIKON Z7 e MWL-1

Post originale di TODD WINNER: https://www.nauticam.com/blogs/news/nikon-z7-and-mwl-1

Con l’uscita delle prime fotocamere mirrorless full frame di Nikon quest’anno, la Z7 e la Z6, ero entusiasta di averne una in acqua e vedere come si comportava. Sony ha dominato il mercato mirrorless full frame per diversi anni. Sono alla terza generazione della linea A7 e hanno apportato molti miglioramenti da una generazione all’altra. Quindi la domanda era: la prima mirrorless FF di Nikon poteva essere paragonata a quelle di Sony?

Z7 con 60mm macro e MWL-1

Sono felice di riferire che penso che lo siano! Sì, ci sono alcune cose che potrebbero probabilmente essere migliorate, ma se sei un utente Nikon da molto tempo e stavi aspettando una FF Mirrorless, non credo che resterai deluso. Z7 e Z6 condividono lo stesso layout di pulsanti ed entrambi si inseriscono perfettamente nella custodia Nauticam NA-Z7. La Z7 è il modello ad alta risoluzione con 45.7 MP, mentre la Z6 ha 24 MP con un frame rate massimo più veloce.

Z7 con 60mm macro

Sono stato in grado di fare tre immersioni per testare lo Z7 con l’adattatore di montaggio FTZ e un obiettivo AF-S Micro 60mm f / 2.8. Ho anche avuto la possibilità di provare il nuovo Nauticam Macro Grandangolare  (MWL-1). Questa fantastica lente montata a umido converte il tuo obiettivo macro da 60 mm in un obiettivo grandangolare da 150°! Per completare il setup ho montato anche il Super Macro Converter 2 (SMC-2). Quindi in teoria sarei in grado di scattare wide, macro e anche super macro nella stessa immersione!

Z7 con 60mm macro e MWL-1

NIKON Z7
Il sistema di menu, il layout dei pulsanti ed il feeling della fotocamera sono tipici Nikon, ben costruiti e semplici da usare. La qualità dell’immagine per me è fantastica. Il sistema di messa a fuoco automatica non è sofisticato come D850 o D500. Non è presente il tracking della messa a fuoco 3D, ma ci sono più punti autofocus, specialmente sulla Z7. 493 punti di rilevamento di fase rispetto ai 153 punti della D850 . Ho usato il pulsante back focus con un singolo punto impostato su Continuos-Servo AF (C). Ho anche avuto una messa a fuoco manuale che ho usato per mettere a punto le inquadrature in super macro. Ho pensato che il sistema di messa a fuoco automatica, il modo in cui lo stavo usando, ha funzionato bene, ma questo è un settore dove forse potrebbe essere necessario qualche miglioramento. Lo stavo usando con un obiettivo con attacco F e l’adattatore, ma penso che un obiettivo con attacco Z nativo dovrebbe funzionare meglio.

Z7 con 60mm macro e MWL-1

NA-Z7
La custodia Nauticam NA-Z7 ti dà accesso a tutti i comandi ed è estremamente ergonomica. Ho apprezzato molto la leva di facile utilizzo per la commutazione tra EVF e LCD, un controllo fondamentale e molto utilizzato con i sistemi mirrorless. La custodia è stata progettata non solo per utilizzare i nuovi obbiettivi Nikon con attacco Z, ma anche per gli obiettivi con attacco F con adattatore Nikon FTZ. La NA-Z7 viene fornito con il trigger flash autoalimentato di Nauticam preinstallato. Il flash trigger si inserisce nell’hot-shoe della fotocamera e utilizza luci LED incassate in ciascuna delle due porte ottiche per attivare flash subacquei supportati,  che vengono utilizzati con la corretta connessione in fibra ottica. Il trigger flash può essere aggiornato per supportare l’attivazione TTL (PN 2638 TTL Converter for Nikon). Ho usato il sistema con una porta elettronica installata e due flash DS160 ikelite. Quando si utilizza un trigger manuale, la maggior parte delle fotocamere non riconosce che è collegato un flash. Assicuratevi di non aumentare il tempo di scatto oltre la massima velocità di sincronizzazione di 1/200 su Z7. Un controllo che è possibile disabilitare quando si utilizza un trigger flash manuale e ripresa macro è “D8: Applica impostazioni alla visualizzazione live”, nelle impostazioni personalizzate. Questo ti permetterà di vedere l’immagine con le impostazioni macro tipiche, ma non ti darà più un’anteprima dell’esposizione.

Z7 con 60mm macro e MWL-1

MWL-1
L’obiettivo Macro to Wide Angle 1 è l’ultima ottica subacquea di Nauticam ed è sorprendente! Si tratta di un obiettivo grandangolare montato bagnato (che può essere collegato e rimosso sott’acqua) progettato per essere utilizzato con un obiettivo macro equivalente full frame da 60 mm, che consente di ottenere un campo visivo ultra ampio a 150°. La MWL-1 può mettere a fuoco dall’elemento frontale dell’obiettivo all’infinito. Grazie al suo design compatto è facile inquadrare soggetti vicini all’elemento frontale. Non perdere più un’opportunità grandangolare durante un’immersione macro. È inoltre possibile acquisire immagini grandangolari uniche con messa a fuoco ravvicinata di soggetti macro. Questa tecnica funziona meglio quando un soggetto macro può essere posizionato molto vicino all’obiettivo, dove la prospettiva esagerata lo fa emergere da uno sfondo normale. La MWL-1 eccelle alle aperture più piccole, e su FF si otterranno risultati ottimali a F16 o superiore.

Z7 con 60mm macro e MWL-1

SMC-2
L’obiettivo macro da 60 mm da solo offre un ingrandimento massimo 1: 1. Ha una distanza minima di messa a fuoco minima, quindi la maggior parte delle lenti macro non funziona bene con esso. L’elevato ingrandimento di SMC-2 e CMC-1 consente un ingrandimento leggermente maggiore rispetto alla macro da 60 mm, circa un terzo in più.

 

60 mm macro + SMC-2

Z7 + 60mm macro + MWL-1

Z7 + 60mm macro + MWL-1

 

468